Impianti di ventilazione

Gli impianti di ventilazione sono presenti in tutti gli ambiti lavorati dov’è necessario un ricambio forzato dell’aria tra ambienti interni e l’esterno. In linea di massima sono costituiti da un circuito di condotte con la funzione di trasportare il flusso d’aria in entrambe le direzioni e uno o più ventilatori industriali che provvedono a generare la pressione d’aspirazione e di soffiaggio necessaria.

Gli impianti di ventilazione più comunemente impiegati sono definiti a ventilazione meccanica controllata con semplice flusso autoregolabile (VMC). Trovano un’ampia diffusione nei locali pubblici, per impieghi come l’eliminazione del fumo dalle zone per i soli fumatori. Solitamente sono integrati con i sistemi di condizionamento (HVAC). Ci sono anche impianti di ventilazione a recupero energetico (EVR) che, oltre alla funzione di circolazione dell’aria, permettono il recupero dell’energia di riscaldamento e raffreddamento.

Avere efficienti impianti di ventilazione è fondamentale per mantenere l’aria salubre, evitando la formazione di pericolosi inquinanti come la formaldeide, vapori chimici, polveri e agenti patogeni di natura batterica e virale.

Ventilatori industriali

I componenti preposti a generare e gestire il flusso d’aria sono i ventilatori industriali. In commercio si trovano moltissimi modelli in base a: dimensioni, portata d’aria, tecnologia di funzionamento, tipologia d’installazione (per uso interno o esterno) e per il trattamento di aria pulita o con presenza di pericolose sostanze chimiche. Tutto questo per garantire la totale soddisfazione di ogni necessità.

Per locali pubblici come bar, ristoranti e negozi i ventilatori industriali più utilizzati sono quelli a lame d’aria con montaggio a vista: dall’esterno hanno la forma di un comune split per la climatizzazione. Altri modelli che trovano largo impiego sono quelli a cassoncino: realizzati con una struttura in acciaio inox e in grado di aspirare portate da 50 ad oltre 2000 mc/h, con immissione di aria pulita o leggermente polverosa. Nel caso sia necessaria un’istallazione da esterno sul tetto, la soluzione ideale è un ventilatore industriale a torrino che può aspirare portate d’aria anche di 1700 mc/h.

Quando gli ambienti diventano molto più ampi e servono grandi ricambi d’aria, la scelta può ricadere su ventilatori industriali elicoidali. Sono i classici modelli che si impiegano nei sistemi di ventilazione e condizionamento industriale, in applicazioni minerarie, sulle navi, nelle torri evaporative, ecc. La scelta di un dispositivo elicoidale è quanto mai ampia per soddisfare tutte le varie necessità d’installazione e le varie condizioni di lavoro.

Per particolari ambiti industriali dove si ha la necessità, ad esempio, di aspirare e convogliare fumi e vapori corrosivi, un’ottima soluzione sono i ventilatori centrifughi. Sono dotati tutti di coclea in acciaio e vengono realizzati con diverse dimensioni e capacità d’aria.

Un’ulteriore tipologia è quella dei ventilatori così detti da canale che hanno la particolarità di essere installati direttamente all’interno di un condotto. Anche in questo caso c’è la massima disponibilità di misure e forme costruttive per adattarsi a qualsiasi canale sia di sezione circolare che rettangolare.

Vista l’ampia gamma di soluzioni, per la scelta è necessario rivolgersi ad aziende specializzate come noi della F.A.D Aeroimpianti. Sono ormai più di 40 anni che operiamo nel settore: progettiamo e realizziamo impianti di aspirazione, ventilazione e filtraggio dell’aria a livello industriale. Per qualsiasi esigenza noi della F.A.D Aeroimpianti siamo in grado di trovare la giusta soluzione con un prezzo sempre conveniente.